Home News Associazione Rifiuti Zero Abruzzo: aumentiamo la raccolta differenziata, riduciamo la tari!
Associazione Rifiuti Zero Abruzzo: aumentiamo la raccolta differenziata, riduciamo la tari!

Associazione Rifiuti Zero Abruzzo: aumentiamo la raccolta differenziata, riduciamo la tari!

112
0

Raccolta differenziata ferma al 33%, TARI aumentata del 20% rispetto al 2015 col rischio di un ulteriore incremento fino al 50%, un solo centro di raccolta nella zona est della città, nessun impianto per il recupero delle frazioni differenziate, nessun centro destinato al riuso.

È la sconfortante situazione della gestione dei rifiuti a L’Aquila, ancora più inaccettabile se si pensa che il Programma di mandato 2012 – 2017 del Sindaco Massimo Cialente prevedeva il raggiungimento dell’ obiettivo “rifiuti zero” entro aprile 2013. Per questo, come associazione Rifiuti Zero Abruzzo, promuoviamo una petizione – ai sensi del Regolamento sugli Istituti di partecipazione del Comune dell’Aquila – volta a sollecitare l’Amministrazione a intraprendere con convinzione e senza ulteriori ritardi il percorso verso una gestione virtuosa dei rifiuti. A cominciare dai primi passi suggeriti dalla strategia Rifiuti Zero:

– realizzazione di centri di raccolta anche in altre zone della città e di centri per il riuso

– impiantistica leggera destinata al trattamento delle frazioni differenziate, ivi compreso il compostaggio di zona

e soprattutto:

– sistema di tariffazione puntuale che premi gli utenti che producono meno rifiuti indifferenziati e che conferiscono i propri rifiuti ai centri di raccolta.

Solo con l’informazione costante, la partecipazione attiva e la motivazione delle cittadine e dei cittadini è possibile raggiungere l’obiettivo. Rifiuti Zero non è un’utopia come dimostrano tante esperienze in giro per l’Italia e in Abruzzo, dove la TARI si è addirittura ridotta! Vogliamo questo anche a L’Aquila. La raccolta delle firme inizia in occasione del Festival della Partecipazione che si tiene in questi giorni in città. Da domani 8 luglio saremo presso gli spazi di Legambiente nei pressi dell’Auditorium del Parco. Invitiamo le cittadine e i cittadini a sottoscrivere la petizione e a contattarci all’indirizzo [email protected]

(112)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close