Home News Dall’Abruzzo alla Sicilia, scuole chiuse per neve
Dall’Abruzzo alla Sicilia, scuole chiuse per neve

Dall’Abruzzo alla Sicilia, scuole chiuse per neve

72
0

L’ondata di gelo che si sta abbattendo sulla penisola sta creando notevoli disagi da nord a sud, con numerosi comuni costretti a chiudere le scuole per le abbondanti nevicate.

Per pulire le strade sono stati mobilitati anche gli agricoltori della Coldiretti con trattori utilizzati come spalaneve e spandiconcime adattati per la distribuzione del sale contro il ghiaccio che si e’ formato soprattutto nel Centro-Sud a causa dell’ondata di freddo polare.

ABRUZZO – Scuole chiuse, oggi, in oltre trenta comuni abruzzesi, a causa delle precipitazioni nevose che da ieri stanno interessando la regione. Ieri sera ha ripreso a nevicare anche sulla costa. Nevica anche a Pescara e il sindaco ha disposto la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado.

Regolare, invece, la situazione a L’Aquila, interessata solo da qualhe fiocco bianco ma con una temperature gelida: la minima della scorsa notte è stata di 6 gradi sotto lo zero.Nevica intensamente sulla A14 Bologna-Taranto, tra Pescara ovest e Val di Sangro e tra Bari sud e Taranto. Deboli nevicate sulla A14 Bologna-Taranto tra Val Vibrata e Pescara ovest, tra Val di Sangro e Poggio Imperiale e sulla A16 Napoli-Canosa, tra Baiano e Candela.

Per agevolare l’attività dei mezzi antineve, sulla A14 Bologna-Taranto, sono in atto i seguenti provvedimenti per i mezzi pesanti con massa superiore a 7,5 tonnellate: divieto temporaneo di transito tra Val Vibrata e Val di Sangro con accumulo in area esterna in corrispondenza di Val Vibrata, in direzione di Bari, divieto temporaneo di transito tra Vasto sud e Pescara ovest con accumulo in area esterna in corrispondenza di Poggio Imperiale e Vasto sud, in direzione di Ancona, divieto temporaneo di transito tra Bari sud e Taranto in entrambe le direzioni, con accumulo in carreggiata tra Bari nord e Bari sud in direzione di Taranto e prima della barriera di Taranto Nord in direzione di Bari.

PUGLIA – Sono numerose le scuole che oggi sono rimaste chiuse nei comuni del Foggiano, colpiti dal maltempo degli ultimi giorni che ha portato la neve soprattutto sul versante settentrionale dei Monti Dauni. Disagi sono stati registrati a Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia ma anche a Celenza Valfortore, Volturara Appula, Carlantino e San Marco La Catola al confine con il Molise. Sin dalle prime ore della giornata sulla statale 17, che collega Foggia a Campobasso, hanno operato i mezzi spazzaneve anche se si circola solo con catene montate o pneumatici da neve. Ieri i volontari della protezione civile hanno operato a Castelnuovo della Daunia e a Biccari per portare beni di prima necessità ad alcune famiglie che vivono in masserie nelle campagne dei centri dei Monti Dauni. E proprio per la neve e per il maltempo a Biccari è stata rinviata la manifestazione dei falo’ di Sant’Antonio Abate che doveva svolgersi ieri.

BUFERE DI NEVE IN SICILIA – Scuole chiuse in quasi tutti i Comuni dell’Ennese e lezioni sospese all’università Kore di Enna, per le intense nevicate di ieri e di questa notte. Chiusa al transito la statale 117 Nicosia-Mistretta, transitabili solo con catene montate, la Nicosia Leonforte, la Troina-Cerami- Nicosia, e molte strade provinciali dell’area nord. Ieri la ‘Centrale siculà era stata vietata alle auto a causa di una bufera di neve e della presenza di ghiaccio. I disagi maggiori si segnalano nei quartieri antichi dei centri abitati. A Nicosia e Cerami sono state chiuse al transito alcune strade urbane in forte pendenza e la protezione civile sta intervenendo in alcune contrade di campagna.

ALTO ADIGE, -25 GRADI – Nella giornata mondiale dei pupazzi di neve, istituita nel 2010, tutto l’Alto Adige è nella morsa del gelo dove le temperature sono scese anche fino a -25 gradi. Quella odierna è la giornata piu’ fredda di quest’inverno che fino a Capodanno ha fatto registrare temperature nettamente al di sopra delle medie con valori tutti preceduti da segno negativo. In mattinata ai 3.399 metri sull’anticima di Cima Libera sono stati registrati -25 gradi. Nel paese di Predoi in Valle Aurina, ai confini con l’Austria, la colonnina di mercurio è scesa a -21. Freddo a Dobbiaco con -16 gradi, Solda con -18 e nelle località di fondovalle come Brunico e Vipiteno dove la temperatura è di -11 gradi. Sulle strade di montagne le corsie sono parzialmente innevate e ghiacciate. Per quanto concerne la viabilità, chiusi fino alla primavera prossima i passi Stelvio, Rombo e Stalle, mentre il passo Penness (tra Bolzano e Vipiteno attraverso la val Sarentina) è chiuso per motivi di sicurezza.

CAMPANIA – Annunciata da giorni, la prima nevicata ha portato i soliti disagi. Gia’ da ieri sera problemi di circolazione lungo le principali strade di collegamento in Irpinia e nel Sannio, dove in molti comuni del Fortore e a Benevento le scuole sono rimaste chiuse, cosi’ come in alcuni comuni dell’alta Irpinia. Lezioni sospese anche all’Universita’ di Benevento. I disagi maggiori si sono registrati nella serata di ieri, soprattutto per il tratto autostradale dell’A16 Napoli-Canosa, dove i mezzi spargisale hanno lavorato per la messa in sicurezza.

La Polstrada pero’ ha bloccato l’accesso ai caselli autostradali di Avellino Est e Avellino Ovest, e a Grottaminarda, dove diversi tir e pullman di linea sono rimasti fermi. Lungo il tratto irpino della A16 si puo’ circolare solo con catene a bordo e pneumatici da neve. Traffico bloccato in mattinata lungo il raccordo che collega Benevento all’A16. All’altezza di Castel del Lago un cavo dell’alta tensione ha ceduto ed e’ finito sulla carreggiata. I tecnici della Provincia di Benevento sono al lavoro per rimettere in sicurezza il tratto. Disagi anche lungo la statale Ofantina Bis, che collega Avellino all’alta Irpinia. Per la notte scorsa e per la prossima il rischio maggiore viene dalle gelate. La colonnina del mercurio e’ scesa infatti sotto lo zero e l’allerta meteo diramata dalla protezione civile regionale durera’ altre 24 ore.   (Agi)

(72)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close