Home Musica Arisa trionfa al 64° Festival di Sanremo
Arisa trionfa al 64° Festival di Sanremo

Arisa trionfa al 64° Festival di Sanremo

70
0

Arisa con la canzone Controvento vince la 64 esima edizione del Festival di Sanremo. Per la talentuosa cantante il Teatro Ariston si conferma dunque un palcoscenico fortunato. Dopo il successo del 2009 nella categoria Giovani con la canzone “Sincerità” questo nuovo successo per la categoria Campioni.

“Sono veramente contenta e felice per questa canzone “pop” e contenta di aver condivisa il podio con Gualazzi e Rubino che hanno portato qualcosa di nuovo al Festival” le prime parole di una felice Arisa.

La cantante ligure precede  RAPHAEL GUALAZZI & The Bloody Beetroots (giunti secondo) e Renzo Rubino (terzo classificato). Escluso dai finalisti, tra la sorpresa generale, il favorito della vigilia Francesco Renga.

Un’edizione del Festival che si è rivelata ricca di soddisfazioni anche per Cristiano De Andrè vincitore del premio della critica per il testo “Invisibili” e del premio Mia Martini.

Biografia di Arisa

Cantante, attrice, scrittrice, personaggio televisivo: il percorso artistico di Arisa ha molteplici diramazioni, tutte illuminate dal sole del talento.  La sua è indubbiamente una delle più belle voci femminili italiane, capace di emozionare anche i palati più fini apprezzata da Lelio Luttazzi,  Maurizio Costanzo a Franco Battiato. Iscritta come Rosalba Pippa all’anagrafe di Genova, dove è nata il 20 agosto 1982 a Pignola, un piccolo centro a pochi chilometri da Potenza. Ha la musica nel dna: già all’età di 4 anni partecipa al primo concorso, iniziando un processo di maturazione che nel 2007 le fa vincere una borsa di studio come interprete al CET (la scuola di musica di Mogol). Il successo a “SanremoLab” nel 2008 la proietta sul palco del Teatro Ariston nella gara delle Giovani Proposte del Festival di Sanremo 2009 dove Arisa vince con la canzone “Sincerità” e si aggiudica il Premio della Critica intitolato a Mia Martini e il Premio Assomusica Casa Sanremo.

La canzone sanremese rimane al numero uno della classifica dei singoli per 6 settimane consecutive, trainando nella Top 5 della classifica degli album il disco d’esordio “Sincerità”. Ai TRL Awards di Mtv riceve il disco d’oro per l’album “Sincerità” e in occasione dei Wind Music Awards all’Arena di Verona viene premiata come rivelazione dell’anno dall’associazione dei discografici. Il 21 giugno 2009 è fra le protagoniste dell’evento live benefico “Amiche per l’Abruzzo” allo stadio San Siro di Milano. Nel 2010 Arisa torna al Festival di Sanremo con il brano “Malamorenò” accompagnata dal trio Le Sorelle Marinetti e pubblica il suo secondo album. Anche la televisione si innamora di Arisa e dopo varie ospitate,  il suo intervento a “Victor Victoria” condotto da Victoria Cabello fa registrare il picco d’ascolto della puntata; così la conduttrice decide di scritturare Arisa come opinionista fissa del suo talk show su La7.

Il 2011 è l’anno del debutto come attrice: interpreta il ruolo di Chiara nel film “Tutta colpa della musica” diretto da Ricky Tognazzi e presentato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia; partecipa alla pellicola “La peggior settimana della mia vita” di Alessandro Genovesi,  nella quale compare al fianco di Alessandro Siani, Fabio De Luigi e Cristiana Capotondi e come interprete del singolo “L’amor sei tu”, composto assieme a Naïf Hérin per la colonna sonora. Fra i suoi impegni musicali spiccano le performance del live “Arisa Special Tour Victor Victoria” con famose cover reinterpretate in forma di mash up con celebri brani di musica classica.  Il 2011 si chiude con un’indimenticabile performance live allo storico Blue Note di Milano e  con la partecipazione di Arisa alla quinta edizione di “X Factor” come giudice assieme a Simona Ventura, Elio e Morgan. Il 2012 si apre con una nuova avventura artistica: il 24 gennaio viene pubblicato il suo primo romanzo “Il Paradiso non è un granché (Storia di un motivetto orecchiabile)”, edito da Mondadori; un racconto dove Arisa utilizza Marisa, il personaggio protagonista del libro, per raccontare l’essenza del vissuto di questi ultimi anni della sua vita. Lo stesso anno partecipa al Festival di Sanremo con il brano “la Notte” e si classifica al secondo posto. Il singolo è contenuto nel suo nuovo album “Amami”, prodotto da Mauro Pagani e a fine marzo prende il via l’AMAMI TOUR che la vede  protagonista nei teatri e nelle piazze d’Italia per tutta l’estate. Ad ottobre 2012 è ancora uno dei giudici di X Factor dove le viene affidata la squadra dei gruppi.

Il 20 novembre viene pubblicato il suo primo album live “Amami Tour”, contenente anche due inediti, tra questi, “Meraviglioso Amore Mio” che viene scelto come colonna sonora del film di “Pazze di me”, di Fausto Brizzi . Il 22 novembre esce nelle sale cinematografiche il cartone animato “Un mostro a Parigi” dove Arisa doppia Lucille, mentre a dicembre 2012 è tra i protagonisti della commedia romantica di Neri Parenti “Colpi di Fulmine”. Il 2013 comincia con la partecipazione allo speciale di “Che tempo che fa” su Giorgio Gaber, condotto da Fabio Fazio, dove Arisa interpreta il brano “Non insegnate ai bambini”.  A febbraio  riprende il suo ARISA AMAMI TOUR 2013, che parte con le date di Milano e Roma, nell’estate  partecipa al Festival Gaber a Viareggio e a ottobre ritorna nelle vesti di doppiatrice con  il film di animazione “Cattivissimo me” nel quale Arisa presta la voce a  Lucy Wilde.

A novembre è stato pubblicato il suo secondo romanzo “Tu eri tutto per me”

(70)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close