Home Dizionario Giovani Biancospino: proprietà, usi e controindicazioni
Biancospino: proprietà, usi e controindicazioni

Biancospino: proprietà, usi e controindicazioni

487
0

Conosciuto anche come la pianta del cuore, il biancospino ha molte proprietà benefiche per il nostro organismo: previene la malattie cardiovascolari e il colesterolo ed è uno dei migliori rimedi per calmare ansie e tensioni favorendo il riposo.

Biancospino: proprietà, usi e controindicazioni Il biancospino (Crataegus oxyacantha) è un arbusto che fa parte della famiglia delle Rosacee. Il suo nome deriva dal greco kratos (forza), oxus (acuminato) e anthos (fiore) e, nel linguaggio dei fiori, significa un segno di dolce speranza. È un arbusto che cresce spontaneo nella macchia mediterranea e può superare i 10 metri di altezza. Insieme a passiflora, valeriana e melissa, il biancospino è uno dei rimedi fitoterapici più efficaci per combattere ansia e insonnia, grazie all’azione calmante e sedativa. È dal fiore del biancospino, che fiorisce tra aprile e maggio, che si possono ottenere preparazioni ad azione vasodilatatrice, ipotensiva, sedativa e diuretica. Nell’antica Roma veniva utilizzato per scacciare gli spiriti cattivi ed era sempre presente durante i matrimoni e le nascite. Vediamo quali sono le proprietà benefiche del biancospino, come può essere assunto e se ci sono controindicazioni.

Proprietà benefiche del biancospino
Il biancospino viene utilizzato per alleviare diverse problematiche, è stato definito anche la “pianta del cuore” per le sue proprietà cardioprotettive e cardiotoniche. Foglie e fiori contengono oli essenziali e sono ricchi di antocianine e flavonoidi, antiossidanti che apportano molti benefici al nostro organismo.

Aiuta il riposo e distende il sistema nervoso: i tannini e i flavonoidi, contenuti nel biancospino, agiscono sul sistema nervoso centrale con un effetto rilassante e distensivo. Le proprietà sedative di questo arbusto naturale vengono quindi utilizzate anche per ridurre l’ansia e l’irritabilità, favorendo un riposo tranquillo ed eliminando affanni e difficoltà ad addormentarsi. Se soffri di insonnia, potrai combinare il biancospino con la valeriana: è stato scientificamente provato infatti che questi due rimedi naturali sono in grado di attenuare gli stati di ansia e favorire il riposo tranquillo.

Protegge il cuore a abbassa la pressione arteriosa: i flavonoidi provocano la dilatazione delle arterie coronariche che portano il sangue al cuore, migliorandone l’afflusso, riducendo così anche la pressione arteriosa. È indicato in caso di ipertensione, soprattutto se di origine nervosa. Inoltre i proantocianidoli, riducono tachicardie, aritmie e prevengono complicanze in pazienti anziani a rischio infarto o affetti da polmonite.

Blocca i radicali liberi: grazie alla sua azione antiradicalica, blocca i radicali liberi che sono responsabili della formazione di placche aterosclerotiche responsabili di ictus e infarti.

Come si può assumere il biancospino?
Sia in fitoterapia che in cosmetica, il biancospino viene utilizzato sotto forma di tisane, decotti e tintura madre. Le parti che vengono utilizzate sono principalmente i fiori e le foglie, ma anche le bacche. Fiori e foglie, dopo essere stati raccolti in primavera vengono essiccati al forno. Gli estratti secchi vengono utilizzati per preparare tisane e sciroppi. In erboristeria potete trovare anche la tintura madre che potete assumere sotto forma di gocce, da 20 a 40, in mezzo bicchiere d’acqua.

Tisana e sciroppo di biancospino
Con fiori e foglie secche, che potete acquistare in erboristeria, potete preparare una tisana o uno sciroppo del tutto naturali che vi aiuteranno, anche bevuti quotidianamente, a combattere ansia, ipertensione e insonnia.

Tisana: porta una tazza di acqua ad ebollizione e poi aggiungi un cucchiaio di fiori di biancospino: lascia in infusione per qualche minuto, dopodiché filtra il tutto; quando la tisana sarà tiepida potrai berla.

Sciroppo: se non ami le tisane, puoi preparare a casa tua uno sciroppo: lascia in infusione nell’acqua 10 grammi di fiori  e dopo averli filtrati aggiungi due cucchiai di zucchero; porta ad ebollizione nuovamente miscelando il tutto per farlo condensare. Prima di andare a dormire prendi un cucchiaio di sciroppo per facilitare il sonno.

Usi cosmetici del biancospino
In cosmetica il biancospino viene principalmente utilizzato per la cura di bocca e gengive, della pelle grassa e per il benessere del corpo.

Bocca e gengive: i fiori e i frutti del biancospino possono essere utilizzati per dare sollievo a bocca e gengive irritate, grazie alle sue proprietà lenitive, igienizzanti e antinfiammatorie. Unito alla mente, viene anche utilizzato per la preparazione di dentifrici

Pelle grassa: l’estratto di biancospino viene utilizzato per la preparazione di creme astringenti che hanno un effetto benefico su pelli grasse tendenti all’acne.

Bagno rilassante: i suoi fiori vengono utilizzati per la preparazione di un bagno caldo rilassante. Versatene una manciata nell’acqua per un bagno distensivo prima di andare a dormire.

Controindicazioni
Sono rari gli effetti collaterali del biancospino anche se è sconsigliato in caso di pressione bassa a causa delle sue proprietà ipotensive che potrebbero abbassarla ulteriormente. In gravidanza e allattamento è sempre meglio consultare il medico prima di assumerlo.

fanpage.it

(487)

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close