Home Dizionario Giovani Cameriera costretta a lavorare sui tacchi
Cameriera costretta a lavorare sui tacchi

Cameriera costretta a lavorare sui tacchi

43
0

Sui tacchi a qualsiasi costo. E’ questa l’assurda regola a cui è stata costretta Nicola Gavins, cameriera canadese durante il turno di lavoro per la catena di ristoranti Joey Restaurants di Edmonton.

La ragazza, qualche giorno fa, sul suo profilo Facebook, ha pubblicato una foto che raffigurava i suoi piedi insanguinati, alla fine del turno, spiegando nel post: “La politica dei ‘Joey Restaurant’ di Edmonton prevede che il personale femminile indossi i tacchi, a meno che non sia impossibile per questioni mediche”. “Ho avuto un’emorragia così grave da perdere un unghia -ha scritto- e ciò nonostante, il capo turno non mi ha permesso di cambiare questa regola”.

Nicola Gavins ha definito la politica del ristorante “sessista, arcaica e disgustosa”. Il Joey Restaurant costringe il personale femminile ad acquistare una determinata divisa al costo di trenta dollari. Questa regola, o meglio, imposizione non vale per i camerieri uomini, che possono vestirsi con abiti del proprio armadio purché siano neri.

Dalla pubblicazione della foto, sono arrivati moltissimi commenti a sostegno di Nicola Gavins e altrettante critiche al ristorante, che non rispetta i diritti dei suoi dipendenti.

Cameriera costretta a lavorare sui tacchi

Cameriera costretta a lavorare sui tacchi

(43)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close