Home News Cinema Due morti in punta di piedi
Due morti in punta di piedi

Due morti in punta di piedi

157
0

(Di Carlo Di stanislao) La loro morte è passata in sordina perché da molto tempo i media non si occupavano di loro. E non vi erano stati scandali particolari nello loro esistenza lontano dai clamori.

Magali Noël, attrice e cantante francese, la celebre “Gradisca” di Amarcord, è morta morta serena nel Solstizio d’Estate nella casa di cura dove viveva nel paese di Chateauneuf-Grasse nel sud della Francia. Domani, 27 giugno, avrebbe compiuto 84 anni.

Nata a Smirne, in Turchia, il 27 giugno 1932 da genitori provenzali, Magali Noëlle Guiffray (questo il suo vero nome), si trasferì in Francia a 9 anni, e debutto come cantante in alcuni cabaret parigini alla fine degli anni ’40, per poi comparire sugli schermi nel 1951. Bruna, procace, dotata di grande fascino e disinvoltura scenica, divenne immediatamente popolare in Francia grazie a parti da coprotagonista in film polizieschi, fra cui il celebre Rififi.

Giunta in Italia verso la fine degli anni Cinquanta, fu subito ingaggiata nel ruolo di femme fatale in numerose pellicole, dividendo da allora la sua carriera fra il nostro paese ed il suo ed incidendo, al contempo, dischi di grande successo.

Fellini la notò in quegli anni e la scelse per interpretare La dolce vita (1960), Fellini Satyricon (1969) e ed infine Amarcord (1973).

Dopo quel film girò molti sceneggiati televisivi in Francia e la sua carriera andò declinando, fino a quando, nel 2002, il geniale regista Jonathan Demme non la scelse per un piccolo ma significativo ruolo nel film The truth about Charlie.

Il suo ultimo impegno 4 anni fa: tornare in teatro come interprete delle canzoni di Boris Vian. Fu un spettacolare successo.

L’altro scomparso in silenzio (o quasi) è Patrick Macnee, lo “007” degli Avengers originali, quello che indossava sempre la bombetta ed aveva con se sempre un ombrello, e, più di Roger Moore e forse meglio di Sean Connery, scazzottava e seduceva con il sorriso sulle labbra.

Macnee apparve anche al cinema come spalla di James Bond in 007 – Bersaglio mobile del 1985, con Roger Moore, con cui aveva già recitato nel film d’azione L’oca selvaggia colpisce ancora (1980)

Aveva 94 anni e da 40, lui inglese di nascita, viveva in California, senza aver perso neanche un grammo del suo aplomb arcibritannico.

(157)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close