Home Musica La rock band Verderame in concerto a Forte dei Marmi
La rock band Verderame in concerto a Forte dei Marmi

La rock band Verderame in concerto a Forte dei Marmi

50
0

Venerdì 25 luglio, dopo l’uscita del loro disco d’esordio “L’Ultima Recita”, i VERDERAME saranno in concerto a Forte dei Marmi al Teatro all’aperto Pineta Pizzo del Giannino, già Pineta Fleming (Via Matteotti, 20 – inizio concerto ore 21.15 / ingresso gratuito). Una serata all’insegna del rock con Fabrizio Morigi (voce, testi e chitarra), Valerio Salustri (chitarra), Valerio Sabbatini (basso) e Bruno Valente (batteria).

L’ULTIMA RECITA” (Produzioni Indipendenti / Self), mixato dagli ingegneri del suono Gianluca Vaccaro e Fabio Patrignani, è l’album d’esordio dei VERDERAME. Il disco, composto da 13 brani più una ghost track e anticipato in radio dal singolo “Il Giardino Degli Aranci, ospita nelle tracce “Rachele” e “Fast” il violino di Olen Cesari ed è caratterizzato da melodie vocali che si ispirano al rock degli anni d’oro. I testi, pervasi dall’inquietudine del presente in cui la rock band romana vive il proprio debutto musicale, sanno farsi eterei e rimanere sospesi fra il detto e il non detto, fra la realtà e l’immaginazione.

Ogni canzone è un fraseggio a sé stante, come episodi di una storia giunta all’atto finale, come fasi di un periodo di crescita che prelude alla maturità della vita reale. Da qui il titolo dell’album” (Verderame).

Il VERDERAME è il nome comune del solfato di rame, utilizzato per proteggere le piante dall’attacco dei parassiti: è una barriera, una protezione, quasi un amuleto, una membrana che protegge dall’esterno, ma che al contempo mette in contatto con esso. Questa è l’anima dei VERDERAME, nuovo progetto musicale che nasce a Roma nel 2007, con l’intento di mescolare il groove degli strumenti analogici e riff di chitarra melodici a una vena di romanticismo. Fabrizio Morigi (testi / voce e chitarra), Valerio Salustri (chitarra), Valerio Sabbatini (basso) eBruno Valente (batteria) sono quattro musicisti che si muovono fra più generi, la loro identità è fatta di sonorità vibranti e frasi di accompagnamento morbide su cui far appoggiare la voce. Filo conduttore della scelta musicale dei VERDERAME è l’omogeneità dei suoni, un tappeto sonoro che avvolge l’ascoltatore rievocando atmosfere colte di certo progressive anni ‘70. Gli strumenti storici, come il Mellotron dei King Crimson e dei Genesis e gli Space Echo usati da David Gilmour dei Pink Floyd, sono resi più contemporanei dal sapiente lavoro di postproduzione e mixaggio.

(50)

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close