Home News Legge di Stabilità, Imu alla Chiesa, disabili e tanto altro

Legge di Stabilità, Imu alla Chiesa, disabili e tanto altro

32
0

(di Mirko De Frassine) – Legge di stabilità. In queste parole si riassumono i provvedimenti adottati dal Governo per far fronte alla crisi. Tra le tanti voci visibili nella legge fanno scalpore due provvedimenti: la Chiesa da Gennaio 2013 sarà assoggettata al pagamento dell’IMU; Scatta l’abbassamento al 50% della retribuzione salariale sui permessi fruti per l’assitenza a portatori di handicap in famiglia.
Di quest’ultimo provvedimento fa scalpore il fatto che usufruiscono al 100% della retribuzione solo coloro che prestano aiuto a figli o coniugi portatori di handicap ma non ai genitori.
Un provvedimento che fa discutere soprattutto dopo i tagli che sono stati fatti dal Governo sulla sanità (oltre 1,5 miliardi) anche sui dispositivi medici. Inoltre tutte le associazioni di volontariato che si occupano di servizi, tra cui quelli per la terza età, hanno visti negli ultimi anni tagli che hanno raggiunto la soglia del 90%. Praticamente molte associazioni hanno dovuto chiudere i battenti o sono state tenute in vita grazie ai pochi finanziamenti privati.
Sorridiamo sul provvedimento per cui la notte ci sarà meno illuminazione nelle città per far fronte al consumo energetico. Certamente non siamo qui a parlare solo delle cose negative perché molti altri provvedimenti della legge vedono tagli a enti statali e regionali e incentivi al sistema dei trasposti, università e centri di ricerca.
Rimane il fatto che servizi alla persona e sanità siano sempre i settori più colpiti dai tagli in un Paese dove spesso si registrano casi di barriere architettoniche inadeguate e disservizi di ogni genere per portatori di handicap e terza età.

(32)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close