Home Cultura Spettacolo Shakespeare inaugura il “Giardino dei cedri” a Teramo
Spettacolo Shakespeare inaugura il “Giardino dei cedri” a Teramo

Spettacolo Shakespeare inaugura il “Giardino dei cedri” a Teramo

17
0

Con due spettacoli, alle 18 e alle 20, domani apre al pubblico il “Giardino dei cedri”: uno spazio verde annesso al Palazzo di via Milli a Teramo. “Sogno di una notte di mezza estate” diWilliam Shakespeare – nell’anno delle celebrazioni Shakespeare 400 – e’ lo spettacolo teatrale messo in scena dal corso pomeridiano di recitazione condotto da Silvio Araclio per Spazio Tre. Il Parco giovedi’ sara’ intitolato a Marco Pannella. La Scuola di Teatro Spazio Tre, nata nel 1980, e’ ormai al suo trentaseiesimo anno di attivita’.

“Lo spettacolo che presentiamo – spiega il regista Silvio Araclio – da’ senso a un anno di lavoro condotto nel Corso Pomeridiano (dai 16 anni). Il Corso di Recitazione Pomeridiano, si sviluppa in un percorso formativo triennale e molti nostri allievi al termine vengono indirizzati e preparati per accedere alla frequenza delle maggiori Scuole di Teatro nazionali (Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, Scuola del Piccolo e Scuola Paolo Grassi a Milano, Scuola Teatro Stabile di Genova, Centro Sperimentale di Cinematografia). Anche quest’ anno i giovani allievi sono giunti con entusiasmo e con responsabile sacrificio allo spettacolo finale. La prova di scena dei giovani allievi e’ Sogno d’una notte di mezza estate di William Shakespeare, in una riduzione e adattamento che ha privilegiato i personaggi principali, salvando il testo in una cornice narrativa. Certo – osserva il regista – il lavoro e’ un progetto ambizioso e complesso accolto con entusiasmo ed abnegazione dagli allievi e verra’ presentato nei giardini della Provincia al tramonto… Abbiamo voluto cosi’ ricordare il Bardo a 400 anni dalla sua scomparsa. Lo spettacolo vede inoltre, accanto a giovani del terzo anno, le nuove leve del primo anno. Voglio ricordare e con legittimo orgoglio – dice infine Silvio Araclio – che la mia Scuola di Teatro ha formato la maggior parte dei professionisti dello spettacolo che dalla regione hanno intrapreso la carriera. Lo spettacolo – conclude il regista – e’ dedicato alla memoria di Ninni Giusti, attore, costumista e indimenticabile amico”.

(17)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close