Home Moda&Style L’arte della valigia, i consigli della stylist 1 agosto 2016
L’arte della valigia, i consigli della stylist 1 agosto 2016

L’arte della valigia, i consigli della stylist 1 agosto 2016

43
0

Cosa portare e cosa lasciare per sopravvivere con stile in vacanza

Roma – È tempo di vacanze, ci si appresta a partire per piccoli e grandi viaggi, ma l’emozione della partenza è spesso adombrata da un filo d’ansia sottile. Avete già chiuso la valigia? L’argomento è cosa seria, il rischio di dimenticare capi e accessori di primaria importanza è sempre in agguato, ognuno ha il suo bagaglio e le sue tecniche, ma viaggiatori compulsivi e fashion addicted hanno segreti e metodi spesso infallibili. La stylist Roberta Mozzetti ci guiderà alla preparazione del bagaglio perfetto, perché fare e disfare è il destino dei più, comporre e organizzare è un’arte per pochi. Roberta lavora da anni nel campo della moda, è personal shopper e consulente d’immagine, pochi come lei sanno cosa portare e cosa lasciare.

I PRIMI PASSI:

  • Oggetti di valore, documenti, biglietti, chiavi di casa e cellulare devono essere custoditi nella borsa che viaggia sempre con voi.
  • Trolley, sacca o zaino backpack? La scelta dei capi da portare con sé dipende dalla meta del viaggio, ma altrettanto importante è il tipo di bagaglio. Lo zaino è consigliato per tragitti on the road, la sacca/borsone per una villeggiatura al mare, il trolley per mete lontane e città europee. Chi viaggia in aereo deve sempre controllare il peso massimo consentito dalla compagnia, onde evitare il rischio di spiacevoli e costosissime spese extra.
  • Il peso del bagaglio deve essere direttamente proporzionale al peso del viaggiatore, caricarsi eccessivamente potrebbe rendere il viaggio un piccolo grande incubo.

Preso atto di queste piccole verità è tempo di accingersi alla preparazione della valigia con coscienza e pragmaticità.

Fare una lista e mettere nero su bianco un elenco di indumenti, accessori, cosmetici e farmaci aiuta ad avere un quadro generale della situazione e a fare mente locale sull’indispensabile. 

Studiare gli abbigliamenti e fotografarli uno per uno è il segreto del bagaglio perfetto. Il metodo testato e certificato richiede qualche minuto in più, momenti preziosi  che vi faranno viaggiare tranquilli perché, solo così, saprete di aver pensato proprio a tutto!

LA SCELTA DEI CAPI:

È bene scegliere capi versatili che si adattano con qualsiasi tipo di calzatura, primo su tutti un pantalone capri e un abito lungo che salva qualsiasi situazione. Un must da portare sempre con sé è la classica camicia bianca di lino, un ottimo passepartout per la spiaggia e per la sera. Per un outfit marittimo, una blusa e una maglia a righe vestono sempre. Per le donne è consigliato mettere in valigia una scarpa alta, in caso di meta esotica però sacrificate il tacco e puntate su una più pratica zeppa. Non fate economia sui foulard, sono poco ingombranti e possono essere usati nei modi più creativi, ad esempio come cinta alla vita o come copricapo, in rete troverete svariati tutorial sui nodi perfetti e le acconciature più bizzarre. Il foulard per Hermès è una religione, questo video vi sarà d’ispirazione.

Un maglioncino è quello che ci vuole anche in estate, se ne siete sprovvisti l’area condizionata diventerà la vostra nemica numero uno. Un piccolo ombrello e una giacca a vento, più di una classica giacca jeans, risultano sempre necessari.

I DETTAGLI

Per quanto riguarda gli accessori accontentatevi di due paia di orecchini, la variante corta, perle e punti luci, è sempre sobria ed elegante, la variante lunga invece fa subito sera. Una collana lunga valorizza qualsiasi tipo di outfit, si può avvolgere e accorciare adattandosi anche a stili più street. I prodotti di bellezza è sempre meglio imbarcarli con la valigia, nel caso in cui viaggiassero con voi, sono in vendita nelle profumerie pratici kit con flaconi da riempire. Non dimenticate farmaci e protezioni solari.

IL PIANO B

Organizzare un piano B per chi vola in aereo è necessario: un ritardo del bagaglio potrebbe mettervi in seria difficoltà. Un cambio intimo, un vestito leggero e un lipgloss nella borsa non saranno mai troppo ingombranti.

FARE LA VALIGIA

Si parla ormai da anni dell’organizzazione della valigia, metodi e segreti sono stati per lo più svelati. È ormai ovvio – quasi per tutti –mettere le cose più ingombranti sul fondo del bagaglio, ma forse non tutti mettono i calzini nelle scarpe, è un piccolo rimedio per sfruttare un volume altrimenti inutilizzato! C’è poi la tecnica del sottovuoto, certamente utilissima ma altrettanto impegnativa. La fase dell’impacchettamento richiede tempo e determinazione e non è affare per tutti.

Per ogni dubbio il c’è il tutorial della maison Louis Vuittuon, studiatelo con cura e apprendete per bene.

Buon viaggio!

L’arte della valigia, i consigli della stylist 1 agosto 2016

(dire.it)

(43)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close