Home News Miss Italia, ragazze abruzzesi raccontano il terremoto aquilano
Miss Italia, ragazze abruzzesi raccontano il terremoto aquilano

Miss Italia, ragazze abruzzesi raccontano il terremoto aquilano

37
0

Sono diverse le concorrenti in gara alle prefinali di Miss Italia, a Montecatini, che si sono trovate a fronteggiare difficoltà di diversa natura nella loro pur giovane vita. In particolare, le rappresentanti dell’Abruzzo hanno raccontato l’esperienza del terremoto che il 6 aprile di due anni fa ha colpito L’Aquila. Maria Chiara Farina, Miss L’Aquila, ha spiegato alla giuria di essere ingegnere edile “e come libera professionista – dice – sto curando i progetti di recupero di due edifici cittadini tra i più danneggiati dal terremoto.
Lavoro anche per la Ars Mechanica, la società fondata da alcuni docenti universitari dell’Aquila per la ricostruzione della città, che è purtroppo ancora molto lenta. Sono spesso nei cantieri per fare rilievi e operazioni tecniche”. “Subito dopo il terremoto – ha raccontato invece Anna Maria Maurizi, Miss Miluna Abruzzo – la mia abitazione all’Aquila era inagibile e i lavori di ricostruzione in stallo.
Ora le cose stanno lentamente migliorando, soprattutto grazie all’iniziativa dei giovani, che si sono rimboccati le maniche per ripopolare il centro cittadino. Sono molte le persone che stanno lottando per riaprire attività commerciali e locali in centro città: c’é stato qualche tentativo di boicottaggio da parte di qualcuno, ma noi giovani aquilani siamo tosti e non molliamo”. “Quando c’é stato il terremoto io ero in gita scolastica – é l’esperienza di Serena Serroni, Miss Ancona – Non mi ero resa conto della gravità dei danni. Quando sono tornata in città invece sono rimasta senza parole: casa mia era inagibile, per molte notti ho dormito in un camper, ma anche in auto fino a quando non ci è stata assegnata una sistemazione. E’ stato tutto molto difficile e ho vissuto momenti di profondo sconforto, che ho superato grazie alla vicinanza della mia famiglia”.

(37)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close