Home News Nella Napoli esoterica delle Capuzzelle
Nella Napoli esoterica delle Capuzzelle

Nella Napoli esoterica delle Capuzzelle

69
0

Napoli popolata da sirene e sibille, scenario perfetto per maghi e alchimisti, Napoli città magica per eccellenza dove si fondono miti e magie religione e superstizione. E’ questo il filo conduttore degli scatti di Salvatore Renda nella mostra ‘Napoli Esoterica’ che apre il 21 aprile negli spazi del complesso monumentale di San Domenico Maggiore a Napoli. Le location degli scatti sono il Cimitero delle Fontanelle, le Catacombe di San Gaudioso, la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio (Chiesa delle Capuzzelle) nel rione Sanità.
“Sono alcuni dei luoghi da me visitati e fotografati – spiega l’autore – dove è palpabile la sensazione di essere in un luogo rispettato e venerato dal popolo napoletano”. Renda ha focalizzato molto l’attenzione sul rito delle “Anime Pezzentelle” che prevedeva nel cimitero delle Fontanelle l’adozione e la sistemazione in cambio di protezione di un cranio (detta “capuzzella”). Il cimitero accoglie 40.000 resti, vittime della grande peste del 1656 e del colera del 1836.

Nella Napoli esoterica delle Capuzzelle

Nella Napoli esoterica delle Capuzzelle

ansa.it

(69)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close