Home News Cinema A Venezia debutta “She was here”, il cortometraggio prodotto da Lancia e diretto da Gabriele Muccino
A Venezia debutta “She was here”, il cortometraggio prodotto da Lancia e diretto da Gabriele Muccino

A Venezia debutta “She was here”, il cortometraggio prodotto da Lancia e diretto da Gabriele Muccino

115
0

In occasione della 69esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – di cui Lancia è main sponsor per il settimo anno consecutivo – è stato presentato “She was here”, cortometraggio d’autore prodotto da Lancia e scritto e diretto da Gabriele Muccino e prodotto dalla sua casa di produzione Indiana Production.

La proiezione si è svolta ieri sera al Lancia Café – l’esclusivo spazio d’incontro allestito nell’area piscina prospiciente il mare dell’Hotel Excelsior al Lido di Venezia – alla presenza del regista Gabriele Muccino, degli attori Francesco Scianna e Lidia Vitale, di Antonio Barbera, presidente della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, e di Olivier Francois, responsabile Marketing del gruppo Fiat-Chrysler.
Protagonisti dell’opera sono l’attore siciliano Francesco Scianna, già protagonista del film “Baaria” di Giuseppe Tornatore, e la giovane attrice emergente Helena Mattsson, arrivata dagli Stati Uniti per essere diretta da Gabriele Muccino. Insieme a loro sul set le nuove vetture Lancia, Thema e Flavia, eleganti “primedonne” e degne rappresentanti di una casa automobilistica che da oltre un secolo sfila con disinvoltura e classe sulle strade d’Europa.
Ispirato alle magiche atmosfere delle notti romane degli anni 50 e 60, il cortometraggio d’autore narra le vicende amorose del giornalista Roberto, interpretato da Francesco Scianna, e del suo primo grande amore: la diva americana Hilary Harris, interpretata da Helena Mattson. Sullo sfondo la bellezza senza tempo di Roma, un set magico e suggestivo dove Gabriele Muccino ha messo in scena la poesia e la leggerezza di una storia d’amore tipicamente italiana.
La star americana e fiamma indimenticata del protagonista arriva a Roma per la prima del suo ultimo film. Dopo un incontro fugace i due si promettono di rincontrarsi l’indomani per iniziare la loro vita insieme, ma Roberto infrangerà questa promessa. Lo ritroviamo solo sul lungomare di Ostia a pensare a ciò che ha appena perso, ma forse non per sempre.
Il cortometraggio d’autore “She was here” è l’ultimo tassello dell’originale progetto di comunicazione Lancia 2012 che porta la firma del famoso regista italiano composto anche da una serie di spot – prodotti da Indiana Production – iniziative sul web e una campagna stampa e outdoor  multi-soggetto con un taglio molto fashion style. Alla base della campagna di comunicazione, ideata dall’agenzia Armando Testa, vi è la rilettura in chiave attuale e contemporanea dell’italian way of life, quella  filosofia di vita che invita ad assaporare ogni momento della propria esistenza con eleganza, creatività, estro e stile tutto italiano.
Con il film “She was here”, quindi, si consolida il forte legame tra Lancia e il mondo del cinema, un rapporto molto stretto come dimostrano sia la partecipazione diretta di alcune sue vetture in pellicole famose – tra queste ricordiamo “I soliti Ignoti” del 1958, “Il sorpasso” del 1962, “Un Uomo e una Donna” del 1966, “Profondo Rosso” del 1975 e “Pour la peau d’un flic” del 1981 – sia il supporto che, dal 2006, il Brand assicura ai principali festival cinematografici, quelli che si distinguono per classe e stile, per importanza e internazionalità. Senza contare le operazioni di product placement delle vetture Lancia in famose pellicole come, ad esempio, la recente partecipazione dei modelli Thema e Delta nel film “To Rome with Love” scritto e diretto da Woody Allen.

(115)

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close