Home Dizionario Giovani Ribes: Proprietà benefiche, usi e valori nutrizionali
Ribes: Proprietà benefiche, usi e valori nutrizionali

Ribes: Proprietà benefiche, usi e valori nutrizionali

822
0

Il ribes è un frutto che ha proprietà antinfiammatorie, astringenti e depurative. Il ribes nigrum, poi, è un potente antistaminico e antiossidante naturale. Scopriamo tutte le proprietà di questa bacca dai tanti benefici!

Il ribes è uno dei più apprezzati frutti di bosco. La sua pianta appartiene alla famiglia delle Grossulariacee e cresce spontanea, sotto forma di cespuglio, nelle zone di montagna e in quelle alpine, ma può essere coltivata anche in orti e giardini. Il frutto maturo al punto giusto è lucido e compatto e ha un sapore leggermente acidulo. Le varietà più coltivate e conosciute sono due: il ribes rosso (ribes rubrum) e il ribes nero (riber nigrum) che raggiungono la maturazione tra giugno e settembre. C’è poi il ribes bianco (o uva spina) che è meno diffuso. L’elevato contenuto di vitamina C, rende il ribes uno dei frutti più antiossidanti, inoltre aiuta anche a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire malattie a carico dell’apparato cardiocircolatorio. Il ribes nigrum, poi, è particolarmente adatto per la prevenzione delle allergie, funzionando come un vero e proprio cortisone naturale. Ma scopriamo tutti i benefici del ribes!

Proprietà benefiche e terapeutiche del ribes

Toccasana contro le infezioni urinarie: svolge un’azione disinfettante, utile in caso di cistite. Aiuta quindi a eliminare i germi dannosi per l’apparato urinario, ciò anche grazie alla sua azione diuretica e all’alto contenuto di vitamina C.

Valido aiuto contro le allergie: soprattutto il ribes nigrum è uno dei più potenti antistaminici naturali, consigliato sia come preventivo che nelle fasi acute, soprattutto dell’allergia da polline, ma anche da quella da acari, riniti, asma.  Aiuta sia a livello respiratorio, ma anche in caso di allergie con sfoghi cutanei. Funziona come un cortison like, stimolando le ghiandole surrenali a produrre più cortisolo. Si può cominciare ad assumere il ribes nero sotto forma di macerato glicerico (1 DH) già come preventivo nel mese di settembre. Lo specialista vi consiglierà tempi e dosi, anche per i bambini.

Migliora la circolazione sanguigna: ciò a beneficio anche del microcircolo, utile quindi in caso di vene varicose, gambe pesanti, ma anche emorroidi. Il ribes svolge quindi anche una funzione astringente aiutando a migliorare la situazione di gambe gonfie e pesanti anche in gravidanza.

Azione antiossidante: soprattutto grazie alla vitamina C, alla vitamina A e agli antociani che aiutano a combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi, aiutando non solo a rallentare il processo di invecchiamento ma anche a prevenire i tumori.

Basso indice glicemico: soprattutto il ribes rosso, ha un indice glicemico che si attesta intorno a 25, molto più basso di altri frutti. È quindi adatto anche a chi soffre di diabete.

Aiuta a rinforzare il sistema immunitario: sia grazie alla vitamina C che ai minerali tra cui il ferro e il rame. Aiuta quindi a combattere la stanchezza che si verifica spesso in caso di anemia e ci protegge da influenza e malanni di stagione.

Utile contro i dolori reumatici: la sua azione antinfiammatoria agisce anche a livello articolare, aiutando a lenire infiammazioni e dolori reumatici.

Aiuta la digestione e l’intestino: favorisce la digestione grazie ai suoi acidi che stimolano la produzione di succhi gastrici, ciò anche a beneficio dell’intestino, sul quale il ribes svolge un leggero effetto lassativo, utile in caso di stipsi.

Valori nutrizionali
Ribes – Quantità per 100 grammi – Calorie 56
Grassi 0,2 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0,1 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 1 mg
Potassio 275 mg
Carboidrati 14 g
Fibra alimentare 4,3 g
Zucchero 7 g
Proteina 1,4 g
Vitamina A 42 IU – Vitamina C 41 mg
Calcio 33 mg – Ferro 1 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0,1 mg
Vitamina B12 0 µg – Magnesio 13 mg

Come coltivare il ribes

Il ribes deve essere coltivato in una zona soleggiata, ma con clima fresco in quanto teme la siccità. Ha bisogno di un terreno ben drenato per evitare ristagni d’acqua che potrebbero danneggiare la pianta. Per piantare il ribes bisogna acquistare piccole piantine e coltivarle direttamente, o farlo per talea, mentre è sconsigliato piantare i semi. La coltivazione si effettua in piena estate per vedere poi i frutti in primavera. Il ribes va irrigato regolarmente e potato quando necessario per favorire l’uscita di nuove bacche e anche per scongiurare l’attacco di afidi e cocciniglie. La raccolta deve avvenire in modo molto delicato staccando a mano i frutti.

Come usare il ribes a scopo terapeutico

Il ribes rosso viene utilizzato soprattutto sotto forma di succo per combattere la febbre e come ricostituente dopo l’influenza, utile anche in caso di poco appetito. Invece, la polpa del ribes rosso viene utilizzata per lenire infiammazioni della pelle, applicandola direttamente sulla zona interessata. Calma irritazione, rossore e prurito.

Il ribes nero ha più utilizzi in campo fitoterapico dove vengono utilizzate principalmente le sue foglie. Si trova in erboristeria e viene utilizzato sotto forma di macerato glicerico o tintura madre soprattutto come antistaminico naturale, se ne consiglia l’uso di 50 gocce 2 volte al giorno fino a 3 settimane consecutive per prevenire le allergie. Troviamo poi il ribes nigrum anche sotto forma di integratori, succo, gocce. Si possono poi preparare infusi con le sue foglie dall’effetto diuretico: 2 cucchiaini di foglie di ribes in acqua calda per 10 minuti. Da bere 2 o 3 volte al giorno. Il succo viene utilizzato soprattutto per contrastare la fragilità capillare mentre, l’olio di semi di ribes può essere utilizzato per lenire irritazioni della pelle soprattutto quelle di natura allergica, come l’orticaria.

Controindicazioni

Il ribes non ha particolari controindicazioni in soggetti sani. Il ribes nero, però, è controindicato in caso di ipertensione e potrebbe interagire con alcuni farmaci, come gli anticoagulanti. Potrebbe anche causare reazioni allergiche in persone predisposte. Inoltre è sconsigliato alle donne in gravidanza e allattamento e anche ai bambini con meno di tre anni. Dato il suo potente effetto diuretico, un uso eccessivo è sconsigliato in caso si soffra di patologie renali o calcoli, in quanto farebbe lavorare eccessivamente i reni. Ne è sconsigliato inoltre il consumo nei soggetti epilettici e in chi soffre di patologie nervose.

Come si conserva il ribes

Le bacche fresche di ribes le troviamo anche al supermercato, di solito già in vaschette. Vanno conservate in frigo al massimo per 4 giorni, in un contenitore con chiusura ermetica. Possono anche essere congelate: lavate i frutti e lasciateli asciugare, poi inseriteli in sacchetti per il freezer.

Ribes in cucina: torta di mele e ribes

In cucina il ribes viene utilizzato principalmente in macedonie, per decorare dolci, gelati, budini ma anche sotto forma di confetture e sciroppi. Ma può essere utilizzato anche per insaporire risotti o piatti di carne e pesce. Per la guarnizione di dolci è molto utilizzato il ribes brinato: per prepararlo vi servirà, oltre al ribes, 1 albume e dello zucchero. Bisogna passare le bacche prima nell’albume leggermente sbattuto e poi nello zucchero. Dopo lasciate asciugare e utilizzatelo come golosa guarnizione.

Un dolce buono e semplice da preparare, ottimo anche come merenda per i bambini, è la torta di mele e ribes. Ecco cosa vi occorre per prepararla: un cestino di ribes, 3 mele, 250 gr di farina, 250 gr di zucchero, 3 uova, 1 bicchiere di latte, mezza bustina di lievito per dolci, mezzo limone, burro e un po’ di cannella. In una terrina mettete lo zucchero e le uova, amalgamate bene e poi aggiungete il latte caldo, il busso fuso, aggiungendo poco alla volta la farina. Mettete le mele tagliate a fette in un altro contenitore e ricopritele con il succo di limone, un po’ di zucchero e polvere di cannella. Mescolate bene e mettete le mele sul fondo di una teglia ricoperta con carta forno, versateci sopra il composto che avete preparato e infine il ribes. Fate cuocere per 35 minuti in forno già caldo a 180°C . Una volta raffreddato aggiungete dello zucchero a velo per guarnire.

Ribes: Proprietà benefiche, usi e valori nutrizionali

fanpage.it

(822)

tags:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close